lunedì 19 giugno 2017

Verdura




Gli esperti ritengono che molte delle malattie oggi più diffuse, come i disturbi cardiocircolatori e le malattie intestinali, siano dovute a una dieta troppo ricca di alimenti di origine animale e, invece, povera di cibi come gli ortaggi.

Nelle verdure, infatti, si trovano fibre, vitamine, enzimi e sali minerali: tutte sostanze vitali che proteggono efficacemente l'organismo dall'azione dei radicali liberi e rafforzano il sistema immunitario, prevenendo l'insorgere dei tumori.

Contenuti:

La verdura è composta in massima parte da acqua, che in genere ne costituisce il 90%.
Fanno eccezione gli ortaggi a bulbo o a radice, la cui percentuale di acqua è attorno all'80%.
Tutti gli ortaggi possiedono notevoli quantità di vitamine e di sali minerali, generalmente concentrati nelle foglie esterne e verdi più che in quelle interne o nel gambo.
Di notevole interesse è anche l'apporto di fibre, necessarie per un buon funzionamento dell'intestino.
Le verdure color giallo o arancione come carote e zucche sono particolarmente ricche di betacaroteni, sostanze da cui l'organismo ricava la vitamina A.
Le verdure color rosso, violaceo o blu, come per esempio alcune varietà di cavolo, contengono delle sostanze chiamate antociani, particolarmente utili per la buona salute dei vasi sanguigni.
Le verdure a foglia verde sono ricche di clorofilla, la sostanza che conferisce a esse il colore.
Il ruolo della clorofilla non è stato ancora del tutto studiato.
Si sa però che migliora l'utilizzazione dei caroteni, necessari alla formazione dell'emoglobina e degli eritrociti, due componenti fondamentali del sangue, e favorisce il ricambio delle cellule.

Nessun commento:

Posta un commento