martedì 11 luglio 2017

Cetriolo


Il cetriolo (Cucumis sativus) è il frutto di una pianta della famiglia delle Cucurbitacee a cui appartengono anche le zucchine e le angurie.


Contenuti:

Il cetriolo contiene:
- vitamine del gruppo B;
- vitamine C;
- carotene (pigmento naturale che l'organismo trasforma in vitamina A);
- sali minerali (come potassio, calcio, fosforo, zolfo, manganese, silicio, ferro, sodio, zinco);
- una buona quantità di fibre (in particolare cellulosa e mucillagini);
- piccole quantità di acido citrullico, acido salicilico e cucurbitolo.


Proprietà:

Il cetriolo ha differenti funzioni in rapporto alla parte utilizzata:
- i semi sono vermifunghi, utili sopratutto contro la tenia, che è un parassita intestinale;
- la polpa fresca è diuretica e depurativa, ed è utile come decongestionante, emolliente e antipruriginoso;
- la polpa cotta a vapore ha un'azione calmante in caso di coliche e di irritazioni intestinali;

Le proprietà del cetriolo possono essere sfruttate mangiando il cetriolo fresco in insalata, oppure utilizzano il succo fresco centrifugato, da assumere, appena preparato, la mattina a digiuno nella dose di un bicchiere.

L'uso del cetriolo è indicato:
- dopo un'abbondante sudorazione e negli stati febbrili per ripristinare l'equilibrio idro-salino;
- nei casi di irritazioni, coliche intestinali, intossicazioni, calcolosi biliare, antinfiammatoria e depurativa;
- per alleviare i disturbi della pelle accompagnati da prurito, come ponfi e dermatosi, grazie all'azione decongestionante;
- per chi segue una dieta povera di calorie, perché ha scarso contenuto energetico: inoltre, le mucillagini che contiene svolgono un efficace effetto saziante.


Uso esterno:

Il succo di cetriolo può essere utilizzato per fare impacchi su zone irritate della pelle e per idratare la pelle del viso.
E' possibile preparare in casa una crema lenitiva e rinfrescante, da applicare sulla pelle del viso e del corpo dopo l'esposizione ai raggi solari, mescolando il succo di un cetriolo centrifugato di glicerina e un cucchiaino di acqua di rose.
Le fettine di cetriolo freddo applicate per un quarto d'ora sulle palpebre arrossate e gonfie danno ottimi risultati.

Nessun commento:

Posta un commento